ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il gas russo si blocca in Ucraina

Lettura in corso:

Il gas russo si blocca in Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

I rubinetti sono stati riaperti ma il gas non arriva in Europa. Dopo sei giorni di interruzione Gazprom ha ripreso le forniture verso l’Ucraina ma Kiev non fa filtrare il metano verso il Vecchio continente perchè giudica le condizioni di transito inaccettabili.

Anche l’Unione europea, che controlla gli approvvigionamenti con propri osservatori, ha confermato che effettivamente il gas viene erogato da Mosca ma si blocca in Ucraina. Cosí la guerra tra Mosca e Kiev continua, nonostante l’accordo sottoscritto a Bruxelles grazie alla mediazione europea. Gazprom chiede al governo di Kiev di pagare le bollette arretrate e di firmare un nuovo contratto di fornitura. La minaccia è quella di chiudere di nuovo i rubinetti, come accaduto sei giorni fa. Per venire incontro alle esigenze di Kiev, l’Europa sta studiando un progetto di finanziamento comunitario, in modo che l’Ucraina possa saldare i suoi debiti con Mosca come richiesto a piú riprese dal primo ministro Vladimir Putin. Intanto sono al lavoro gli osservatori europei, russi e ucraini incaricati di vigilare sul corretto approvvigionamento del gas che tramite le condotte di Kiev giunge in tutta l’Europa.