ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I bombardamenti puntano sui tunnel

Lettura in corso:

I bombardamenti puntano sui tunnel

Dimensioni di testo Aa Aa

Il numero dei bombardamenti notturni effettuati dall’aviazione israeliana è drasticamente diminuito, da una media di 40 a 12. Gli obiettivi sono ormai quasi esclusivamente i tunnel nei pressi di Rafah, alla frontiera tra Striscia di Gaza ed Egitto, utilizzati per il trasporto di merci e bestiame ma anche per il contrabbando di armi. Secondo Tsahal, il 60 per cento dei tunnel sarebbe stato distrutto.

A Rafah si sono svolti i funerali delle vittime degli ultimi attacchi. Oggi Israele ha rispettato tre ore di tregua nei bombardamenti e la popolazione palestinese è potuta uscire per fare rifornimenti. “Questa tregua è un’invenzione a beneficio dei media – dice un abitante di Gaza -. Gli ebrei non hanno nessuna intenzione di smettere di sparare, invadere, uccidere. E’ solo per impressionare i giornalisti….” E mentre Hamas continua rifiuta il cessate il fuoco e dichiara di essere vicino alla vittoria, il Consiglio dei diritti umani dell’Onu ha approvato una risoluzione che condanna con forza l’offensiva militare d’Israele a Gaza.