ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Motown, cinquanta anni di musica nera

Lettura in corso:

Motown, cinquanta anni di musica nera

Dimensioni di testo Aa Aa

Stevie Wonder che intona una musica a cappella in onore di Barack Obama. E’ un segno di quanto sia cambiata negli Stati Uniti l’immagine degli afroamericani. Un cambiamento a cui ha concorso anche la storica etichetta Motown, che proprio in questi giorni festeggia cinquanta anni di successi di musica nera.

“Sapendo che Obama è appassionato dei dischi Motown, mi piace pensare che alcune delle sue idee vengano da quel modo di vedere le cose, da una specie di Motown-pensiero”, spiega il fondatore della prestigiosa casa discografica. Quando l’etichetta nacque a Chicago gli Usa erano attraversati dal conflitto per il superamento della discriminazione razziale, e segnati da Martin Luther King e Malcom X. Un paese lacerato ma aperto al cambio, come le presidenziali di novembre hanno mostrato. “Motown ha sempre ispirato ideali di fratellanza e unità, in fondo siamo tutti un popolo”, aggiunge Gordy. Motown resta il laboratorio che con più forza ha portato al successo il soul, il funky e il rythm-and-blues: oltre 200 singoli con questo marchio hanno scalato le vette delle hit parade, e il Motown Sound è ormai un genere riconosciuto in tutto il mondo.