ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accuse a Tsahal: "Usa bombe al fosforo". La replica israeliana: "Solo armi legali"

Lettura in corso:

Accuse a Tsahal: "Usa bombe al fosforo". La replica israeliana: "Solo armi legali"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono più di 870 i palestinesi uccisi dall’attacco israeliano a Gaza e 3.700 i feriti, secondo fonti mediche. Il bilancio, è ovviamente provvisorio, e potrebbe aggravarsi con l’aumento della pressione di Tsahal sulla città di Gaza, nel quadro della terza fase dell’offensiva.

Altri cadaveri di civili potrebbero trovarsi ancora sotto le macerie degli edifici bombardati, e decine di miliziani sarebbero stati uccisi nei tunnel sotterranei scavati da Hamas. Medici palestinesi hanno denunciato anche l’impiego da parte di Israele di bombe a frammentazione al fosforo bianco, che la Convenzione di Ginevra vieta di usare in zone popolate da civili. Tsahal, in risposta, ha diffuso un comunicato che si limita ad affermare che “le armi usate da Israele sono accettate dalle leggi internazionali”. In tutta la Striscia, intanto, desta preoccupazione la situazione umanitaria. L’Onu sta tentando di far ripartire i convogli di aiuti, la cui consegna era stata sospesa giovedi scorso dopo che l’autista di un camion con le insegne delle Nazioni Unite era stato ucciso dall’esercito israeliano.