ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Massiccia mobilitazione europea contro la guerra a Gaza

Lettura in corso:

Massiccia mobilitazione europea contro la guerra a Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

La più grande mobilitazione in Europa dall’inizio dell’operazione “piombo fuso” a Gaza.

Decine di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza ieri in tutte le maggiori città europee, per chiedere la fine dell’offensiva israeliana nella Striscia, entrata ormai nella terza settimana. A Londra una quindicina di persone sono state arrestate in seguito a scontri con la polizia. Scontri anche a Parigi, al termine di quello che è stato uno dei cortei più partecipati, 30 mila persone secondo la polizia, 100 mila per gli organizzatori. Non ci sono state però gravi conseguenze. In tutta la Francia manifestazioni sono state organizzate in un’ottantina di città. Per la maggior parte si sono svolte pacificamente, con l’eccezione, oltre che della capitale, di Nizza, dove si è registrato qualche incidente seguito da alcuni fermi di polizia. E poi Barcellona, Atene, Berlino, Oslo… Ovunque sono risuonati slogan anti-israeliani, in alcuni casi, come di fronte al consolato Usa a Edimburgo, sono state lanciate scarpe, prendendo ispirazione dal giornalista iracheno divenuto celebre per aver preso di mira George Bush a una conferenza stampa. Cortei anche in Italia, in attesa della manifestazione di oggi a Napoli e di quella nazionale che si terrà sabato 17 a Roma. Nella capitale sono apparse svastiche su negozi di ebrei, e a Milano e Torino è stata bruciata la bandiera israeliana.