ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi gas: determinante la notte tra sabato e domenica, con la firma dell'Ukraina

Lettura in corso:

Crisi gas: determinante la notte tra sabato e domenica, con la firma dell'Ukraina

Dimensioni di testo Aa Aa

La serata ha portato, è il caso di dirlo, il disgelo. Anche l’Ucraina ha firmato l’intesa già siglata da Russia e Unione Europea. Il blocco dei rifornimenti destinati all’Europa, dunque, sembra avviato a conclusione.

“Ora la Commissione Europea – ha affermato il premier ceco Topolanek, presidente di turno della UE – assumerà il controllo, per sorvegliare che questo passo porti alla soluzione del problema. La Federazione Russa ha promesso che comincerà a riprendere le forniture verso l’Europa”. Il vertice notturno è stato risolutivo: il semestre della Repubblica Ceca alla presidenza dell’Unione sembra raggiungere un primo risultato, sulla via della normalizazione. Da mercoledi’ la Russia aveva tagliato il flusso di gas verso l’Europa, che transita per l’Ukraina. Uno stop alle provvigioni che ha fatto scattare l’allarme-gelo in molti paesi. Tanto che la Slovacchia ha deciso di ripristinare un reattore nucleare: chiuso recentemente su richiesta di Bruxelles, che l’ha giudicato a rischio sicurezza.