ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stop di Berlusconi alla tassa-immigrati della Lega

Lettura in corso:

Stop di Berlusconi alla tassa-immigrati della Lega

Dimensioni di testo Aa Aa

La tassa per gli immigrati proposta della Lega Nord spacca la maggioranza in Italia. L’emendamento per far pagare 50 euro a chi richiede o rinnova il permesso di soggiorno è difeso a spada tratta dal Carroccio: “Non è possibile che a sostenere i costi dell’immigrazione siano solo i cittadini di questo Paese” dice Federico Bricolo. “Anche gli extracomunitari devono cominciare a pagare qualcosa. E lo dico soprattutto a quanti sono contrari a questo emendamento”.

Ma lo stop alle proposte della Lega Nord, già biocciate dal Presidente della Camera Gianfranco Fini in quanto discriminatorie, arriva dallo stesso Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: “Ho immediatamente dichiarato di essere contrario. Era una proposta che non era stata fatta al tavolo del governo e quando l’abbiamo conosciuta ho di mio pugno firmato il no, consegnandolo alla mia segreteria, che subito ne ha informato i nostri parlamentari”. La Lega ha presentato l’emendamento durante l’esame del decredto anti crisi. Ritirato invece prima della discussione l’emendamento sul deposito da 10.000 euro per l’immigrato che intenda avviare un’attività commerciale. L’opposizione accusa Bossi e compagni di contribuire a dare dell’Italia l’immagine di un Paese razzista e xenofobo.