ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gas: accordo firmato con la Russia, manca Kiev

Lettura in corso:

Gas: accordo firmato con la Russia, manca Kiev

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia firma, l’Ucraina forse: intanto per ora il gas non c‘è. Il premier ceco e presidente di turno dell’Unione europea, Mirek Topolanek, ha incontrato il capo del governo russo, Vladimir Putin.

I dirigenti russi ed europei hanno firmato l’accordo che consente l’invio di ispettori, per controllare la regolarità del flusso di gas dalla Russia all’Unione europea, attraverso l’Ucraina. Il problema, ora, è che Kiev non ha ancora firmato, e che fino a quando non lo farà la missione degli osservatori non potrà prendere avvio e la Russia non pomperà il suo gas. “Spero che riusciate a convincere la controparte ucraina della necessità di firmare l’accordo, per stabilire un meccanismo di controllo del nostro gas attraverso l’Ucraina”, ha detto Putin, che poi ha pronunciato parole molto dure sul governo di Kiev, già accusato di rubare il gas destinato all’Europa. Putin ha tra l’altro suggerito agli europei di portare il governo ucraino davanti a un tribunale speciale, previsto dalla “Carta del gas” che lo stesso governo di Kiev aveva a suo tempo sottoscritto. Dopo la firma a Mosca, il premier ceco Topolanek è ripartito per Kiev, sperando in una soluzione entro le prossime ore.