ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aiuti Onu sospesi: s'aggrava la crisi umanitaria a Gaza

Lettura in corso:

Aiuti Onu sospesi: s'aggrava la crisi umanitaria a Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la decisione delle Nazioni Unite di sospendere gli aiuti umanitari, la situazione a Gaza diventa ancora più difficile. Ieri sotto le bombe israeliane sono morti due operatori dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i campi profughi palestinesi, che si occupa della distribuzione degli aiuti.

I dati diffusi dal ministero della sanità del governo di Hamas sono sempre più allarmanti: sulle oltre 760 vittime delle due settimane di offensiva israeliana, più di 220 sono bambini. Dati che tuttavia non possono essere confermati da fonti indipendenti. Cifre a parte, commentatori e analisti del mondo arabo prospettano conseguenze catastrofiche: “Come si comporteranno i bambini di oggi in futuro? Traumatizzati, con problemi e handicap psicologici, saranno dei radicali e saranno forse la prossima generazione di kamikaze”. Il Dipartimento di Stato americano denuncia una situazione umanitaria “terribile” a Gaza e L’Unione Europea chiede ad Israele di garantire l’accesso degli aiuti. Aiuti da cui dipende la vita dei circa un milione e 500 mila abitanti.