ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marks & Spencer: annunciata la chiusura di negozi e tagli di personale

Lettura in corso:

Marks & Spencer: annunciata la chiusura di negozi e tagli di personale

Dimensioni di testo Aa Aa

È stato un Natale triste, per la britannica Marks & Spencer, che registra forti cali nelle vendite del periodo natalizio ed annuncia la chiusura, nel Regno Unito, di 25 dei negozi alimentari della catena, e 2 dei suoi grandi magazzini. La misura comporta il taglio di 780 posti di lavoro nella rete commerciale, ed altri 450 nell’amministrazione del gruppo.

Sir Stuart Rose, direttore esecutivo, mantiene però un certo ottimismo: “Non mi pare – dice – che Marks & Spencer abbia avuto un Natale così brutto. Bisogna guardare a quello che c‘è sotto le cifre, per capire la situazione. Nei nostri negozi è entrata la stessa clientela dell’anno scorso, ma abbiamo ridotto i prezzi. Il risultato è che le vendite risultano in calo, e risulterà in calo anche il profitto, ma in realtà i clienti sono venuti” Le cifre dicono di un calo tutto sommato lieve, se si guarda al dato complessivo delle vendite, ma è più forte il calo nel Regno Unito. In controtendenza le vendite all’estero. In forte calo sia l’abbigliamento che il cibo. D’altra parte, Marks & Spencer non è sola, come ricorda Richard Dodd, portavoce del consorzio britannico del commercio al dettaglio: “Le condizioni del mercato resteranno dure per il settore per tutto il 2009, si andrà avanti a sconti e ribassi, dovremo analizzare ogni aspetto e certamente perderemo altri posti di lavoro. E probabilmente nel corso dell’anno vedremo il fallimento di alcuni operatori”. Già un paio d’anni fa Marks & Spencer fu costretta a decidere la chiusura di un numero rilevante di negozi in Europa. Ora, il taglio è concentrato nel Regno Unito, e soprattutto nel settore alimentare. Che è quello che, per Marks & Spencer, sembra avere meno prospettive per il 2009.