ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vicino un accordo sul piano di rilancio, il secondo in pochi mesi

Lettura in corso:

Vicino un accordo sul piano di rilancio, il secondo in pochi mesi

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo di principio sul piano di rilancio 2 in Germania c‘è, ma restano le divisioni sugli sgravi fiscali. I partiti della grande coalizione puntano a un pacchetto da 50 miliardi di euro, su due anni.

L’intesa è arrivata dopo una lunga riunione, il cancelliere Angela Merkel era da tempo accusata di tergiversare di fronte a una crisi che rischia di essere la peggiore dal dopoguerra. “Il punto principale di questo pacchetto è difendere i posti di lavoro, incoraggiare gli investimenti e dar sollievo ai cittadini perciò la questione delle tasse e delle imposte giocherà un ruolo fondamentale”, ha detto Merkel. I socialdemocratici sono contrari ai tagli fiscali, mentre mancano otto mesi alle elezioni che opporanno Merkel e il ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier. Lo scopo è arrivare a un accordo definitivo entro una settimana. “Dei costi sociali più bassi trarranno beneficio non solo i dipendenti, ma anche circa due milioni di imprenditori e oltre 17 milioni di pensionati”, ha affermato Steinmeier. Tra gli altri punti di disaccordo l’aiuto al settore automobilistico. A novembre il governo tedesco aveva già adottato un piano di rilancio di 31 miliardi di euro, ma era stato ritenuto insufficiente per ridare ossigeno a un’economia, entrata in recessione nel terzo trimestre.