ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia blocca il gas diretto in Europa

Lettura in corso:

La Russia blocca il gas diretto in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi del gas investe in pieno l’Europa. La Russia ha interrotto nella notte le forniture a Bulgaria, Grecia, Turchia e Macedonia. I rubinetti sono stati chiusi alla frontiera tra Bulgaria e Romania. Le conseguenze rischiano di essere devastanti soprattutto per Sofia che dipende per oltre il 90% del proprio fabbisogno di gas da Mosca.

Guai in vista anche per altri paesi europei: Austria, Germania, Italia, Francia, Slovenia, Croazia e Ungheria. Mosca ha infatti deciso di ridurre del 90% gli approvvigionamenti a OMV, partner centroeuropeo di Gazprom. Le recenti decisioni assunte dal monopolista del gas russo sono tutte legate alla guerra in atto tra Mosca e Kiev. A Capodanno la Russia ha interrotto le forniture di gas all’Ucraina perchè l’ex repubblica sovietica non ha pagato le bollette arretrate e non ha raggiunto un accordo economico sul nuovo contratto. In giornata il vicepresidente di Gazprom, Alexander Medvedev, dovrebbe incontrare a Berlino una delegazione europea per affrontare la crisi.