ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tra Gaza e crisi del gas, debutta il semestre di Praga alla guida dell'Ue

Lettura in corso:

Tra Gaza e crisi del gas, debutta il semestre di Praga alla guida dell'Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Difficile immaginare un esordio più burrascoso per la presidenza ceca dell’Unione europea. L’emergenza umanitaria a Gaza e la guerra del gas tra Russia e Ucraina premono sul governo di Praga, costringendolo a rivedere le proprie priorità.

Tuttavia, il primo ministro ceco, Mirek Topolanek, non ha intenzione di rinunciare a un programma accuratamente preparato per i prossimi sei mesi, di cui ha esposto i punti fondamentali: “Il motto della presidenza ceca è un’Europa senza barriere. Penso che questo sia molto importante, sopratutto in un momento come questo, di grandi turbolenze economiche”. Il vice premier per gli affari europei, Alexandr Vondra. “La riduzione degli eccessi amministrativi sarà un altro pilastro della nostra presidenza. Nel corso della primavera faremo un’analisi della situazione tra i vari paesi membri. In questo modo riusciremo a contrastare gli effetti della crisi economica e aiuteremo le piccole e medie imprese”. Praga dovrà anche fare da moderatore nel dibattito sul destino del Trattato di Lisbona, nonostante il Parlamento ceco non ne abbia ancora completata la ratifica.