ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza denuncia Israele: "Colpisce i civili"

Lettura in corso:

Gaza denuncia Israele: "Colpisce i civili"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inferno di Gaza è fatto di disperazione e di morte. Israele ha raggiunto un primo obiettivo: dividere in due la Striscia, impedire fisicamente il passaggio da nord a sud in modo da bloccare il transito di armi da una parte all’altra del territorio.

In migliaia non hanno più un tetto. Intere famiglie palestinesi hanno trovato una sistemazione di fortuna all’interno di una scuola. Negli occhi il rimpianto di quello che hanno perso. Adulti e bambini non rimproverano nulla a Hamas. L’obiettivo della loro denuncia è Israele. “L’esercito israeliano non ha nessuna pietà. Colpisce chiunque si muova. Sta bombardando le nostre terre, le nostre case. Sta lanciando missili sulle nostre case, sulle case di chi abita qui. Dicono che non vogliono colpire i civili, invece è esattamente quello che fanno”. Non transitano più armi da nord a sud della Striscia, ma faticano a crearsi un passaggio anche gli operatori internazionali. La Croce Rossa fa quello che può. “I medici, i soccorritori, gli infermieri sono allo stremo, dato che lavorano giorno e notte. E non è facile fare arrivare altro personale. Dopo che Israele ha dato il via all’offensiva terrestre e ha diviso Gaza in due, i nostri collaboratori di Rafah e del sud di Gaza non possono piú raggiungere la zona nord”. Aspettando una soluzione, la città di sbriciola. La rabbia si mescola alle macerie.