ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles si attiva per appianare lo scontro tra Russia e Ucraina sulle forniture di gas

Lettura in corso:

Bruxelles si attiva per appianare lo scontro tra Russia e Ucraina sulle forniture di gas

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo braccio di ferro tra Russia e Ucraina sulle forniture di gas preoccupa l’Europa che pero’, al momento, non intende drammatizzare la situazione. Una delegazione guidata dal ministro ceco del commercio Martin Riman è arrivata oggi a Kiev. L’obiettivo dei colloqui con i rappresentanti dei due paesi in conflitto è quello di scongiurare una crisi come quella del 2006 che aveva provocato il crollo degli approvvigionamenti di gas russo in pieno inverno. Il portavoce della Repubblica ceca che il 1 gennaio ha assunto la presidenza di turno dell’Unione ha garantito che le riserve accumulate sono sufficienti a coprire il fabbisogno energetico dei paesi membri. Occorre pero’ risolvere il problema in tempi rapidi.

Alcuni paesi dell’est Europa hanno registrato un temporaneo calo delle forniture dopo la decisione presa giovedi dalla Russia di tagliare i rifornimenti all’Ucraina che non intende adeguarsi al rialzo delle tariffe richiesto da Mosca. Dall’Ucraina transita l’80% del gas russo destinato all’Europa. Questa settimana gli emissari del gigante energetico russo Gazprom effettueranno una tournée delle capitali europee per discutere della situazione con i loro clienti occidentali