ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tsahal assedia Gaza city, ma ammette il primo caduto

Lettura in corso:

Tsahal assedia Gaza city, ma ammette il primo caduto

Tsahal assedia Gaza city, ma ammette il primo caduto
Dimensioni di testo Aa Aa

I blindati di Tsahal hanno stretto Gaza city in una stetta mortale. Almeno 500 i morti palestinesi. La cifra dei feriti potrebbe invece sfiorare le 3 mila persone. È il bilancio del nono giorno dell’operazione “piombo fuso”. Una giornata che ha salutato l’avanzata terrestre delle truppe di Tsahal, ma anche il primo morto ammesso da Israele, un soldato colpito da un colpo di mortaio. Una trentina i feriti nelle file israeliane.

I primi la notte scorsa, quando gli effettivi di Tsahal sono penetrati nella striscia di Gaza. La prima colonna nel nord, protetta dagli elicotteri, per prendere il controllo delle postazioni da cui Hamas lancia i missili che colpiscono Israele. Poi altri commando sono entrati al sud, dove ci sono i magazzini di Hamas e al centro, spingendosi a Gaza city, ormai stretta in una morsa. Il paese è spaccato in due. I soldati israeliani controllano anche al Aqsa tv, il canale di Hamas. L’invito ai leader dell’organizzazione è martellante: arrendetevi e consegnatevi.