ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rappresentanti ucraini in Europa per trovare soluzione

Lettura in corso:

Rappresentanti ucraini in Europa per trovare soluzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Sull’orlo di una nuova guerra del gas, una delegazione ucraina inizia oggi un tour nelle capitali europee per cercare una via d’uscita alla disputa con la Russia. Scaduto l’ultimatum per un accordo, Gazprom ha chiuso ieri mattina i rubinetti per i rifornimenti al vicino e ora Kiev invita al dialogo. Il Presidente Viktor Yushenko ha parlato di “compromesso vicino”, e ha auspicato nuovi negoziati per arrivare a una soluzione.

Yushenko si è detto ottimista sul raggiungimento di un’intesa entro pochi giorni, forse prima del Natale ortodosso, il 7 gennaio. Intanto però, per il mancato saldo totale dei debiti ucraini, Gazprom ha detto stop. Alle 8 di ieri, ora centrale europea, Gazprom ha messo fine, almeno per ora, alle forniture di gas al Paese vicino. Attraverso i tubi ucraini passa gran parte del metano russo destinato ai mercati dell’Unione europea, che, memore della crisi del 2006, per mezzo della presidenza ceca ha esortato i contendenti a onorare gli impegni. Per ora non ci sono problemi nell’approvvigionamento, ma l’inquietudine resta.