ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vilnius e Linz capitali europee della cultura

Lettura in corso:

Vilnius e Linz capitali europee della cultura

Dimensioni di testo Aa Aa

Vilnius ha un motivo in piú per festeggiare il nuovo anno. Per tutto il 2009 sarà la capitale europea della cultura. É la prima città degli stati che hanno aderito all’Unione europea dal 2004 in poi a godere di questo privilegio.

Le capitali europee della cultura furono una geniale intuizione nel 1985 del ministro greco Melina Mercouri. Ogni anno due o piú città hanno il privilegio di presentare al mondo il proprio patrimonio di storia, cultura, tradizioni. “Vilnius è diventata la capitale europea della cultura: è molto bello perchè aumenta il prestigio della nostra città, del nostro paese e della nostra società”. Spetta al Parlamento europeo e al Consiglio dell’Unione il compito di designare annualmente le capitali sulla base di un rapporto stilato da sette esperti indipendenti. Le due città prescelte hanno a disposizione, ciascuna, 1 milione e 500 mila euro elargiti da Bruxelles. Cui vanno aggiunte finanze proprie. Vilnius spenderà 30 di milioni per dar vita al piú imponente evento mai organizzato nei paesi baltici. Dal 2004 i designatori si sono imposti una regola: se le capitali prescelte sono due, una deve essere espressione della vecchia Europa, l’altra dei nuovi stati membri. Nel 2009 Vilnius e Linz. Nella città austriaca in programma nel corso del 2009 ci sono oltre 220 manifestazioni. Linz ha previsto di spendere piú del doppio di Vilnius: 68 milioni. Per questo gli immancabili fuochi artificiali che hanno salutato l’arrivo del nuovo anno, anche nella città austriaca sono stati particolarmente sfarzosi. . Il Danubio quest’anno è apparso ancora piú affascinante, ancora piú blu. Dai suoi ponti lo spettacolo di luci e fuochi è stato un irresistibile invito alla gioia. Nel 2010 capitali della cultura saranno Pecs in Ungheria, Essen in Germania e Istanbul in Turchia.