ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gazprom taglia le forniture all'Ucraina

Lettura in corso:

Gazprom taglia le forniture all'Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

La minaccia è stata messa in atto: stop al gas per l’Ucraina. Gazprom ha tagliato le forniture dopo il fallimento dei negoziati con Naftogaz. L’Europa, assicura il colosso russo, non sarà coinvolta e continuerà a ricevere il gas che arriva attraverso l’Ucraina.

Gazprom aveva avvertito: se Kiev non ripiana i debiti non riceverà più il gas russo e non sarà firmato il nuovo contratto. Altro nodo irrisolto il prezzo del gas che Gazprom intendeva aumentare, lasciandolo comunque al di sotto del prezzo di mercato. “Abbiamo interrotto la distribuzione del gas all’Ucraina per 110 milioni di metri cubi al giorno”, ha detto il portavoce di Gazprom Sergei Kupriyanov. “Ma abbiamo aumentato le quantità destinate all’esportazione fino a 326 milioni di metri cubi al giorno”. Non dovrebbe ripetersi comunque lo scenario del 2006 quando l’Europa subì le ripercussioni della crisi del gas. Sia l’Ucraina sia i 27 hanno riserve a sufficienza per arrivare alla fine dell’inverno.