ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia e Ucraina, niente accordo sul gas

Lettura in corso:

Russia e Ucraina, niente accordo sul gas

Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dalla scadenza l’accordo sulla fornitura russa di gas all’Ucraina torna in bilico.

Senza un contratto firmato entro mezzanotte i rubinetti russi saranno chiusi la mattina del primo gennaio, con rischi diretti anche per l’erogazione di combustibile all’Europa occidentale. Lo affermano i vertici di Gazprom:“L’Ucraina, ha dichiarato Alexiei Miller, alla guida del colosso russo del gas, ha assunto una posizione non costruttiva nei negoziati sulle forniture di gas per il duemilanove. Gazprom non ha ancora ricevuto nulla a pagamento delle sue forniture”. Grazie un prestito statale, Naftogaz, la società ucraina del gas aveva erogato martedì a una società intermediaria un miliardo e mezzo di euro, ma Gazprom non ha ancora ricevuto il denaro. L’irrigidimento russo ha portato il primo ministro ucraino Yulia Tymoshenko ad annullare il viaggio a Mosca previsto in giornata che si pensave potesse chiudere il negoziato. I russi reclamano oltre due miliardi di euro, calcolando penali che Kiev intende invece e negoziare. Mosca inotre accusa Kiev di voler confiscare il gas russo destinato all’Europa, che per l’ottanta per cento deve attraversare l’Ucraina. Una crisi commerciale dai pesanti risvolti politici.