ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Repubblica Ceca pronta a ereditare la guida dell'Europa

Lettura in corso:

La Repubblica Ceca pronta a ereditare la guida dell'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Crisi economica, conflitto in Mediooriente, divisioni interne sul ruolo dell’Europa. La Repubblica Ceca eredita giovedì, in un momento piuttosto difficile, la guida dell’Unione Europea.

Nelle ultime setimane i cechi si sono adoperati per allontanare i timori sulla loro capacità di condurre i 27 dopo l’onnipresente presidenza francese. Lo spot della prossima presidenza riassume chiaramente l’aria che tira in Europa e in Repubblica Ceca. Lo slogan finale può essere interpretato in due modi: “addolciremo l’Europa”, e “vi faremo penare”. Il compito non si annuncia facile per il premier liberale Mirek Topolanek viste le preoccupazioni che in Europa suscita l’euroscetticismo del presidente Vaclav Klaus, condiviso anche da molti cittadini. Il Paese ha come punti deboli il fatto di non appartenere alla zona euro e di non essersi ancorapronunciato sul Trattato di Lisbona. “Sono euroscettico. Credo sia nostro diritto esporre sulla sede del capo dello Stato la bandiera ceca e non quella europea”, dice un abitante di Praga. “Credo che la presidenza voglia dire che un Paese diventerà più visibile. Prima di tutto dobbiamo sperare che il nostro primo ministro faccia un buon lavoro”, aggiunge un altro. Un’agenda fitta che vede in cima il tema della sicurezza energetica, reso più urgente dalla crisi del gas tra Russia e Ucraina.