ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In salita la missione del premier incaricato Herman Van Rompuy

Lettura in corso:

In salita la missione del premier incaricato Herman Van Rompuy

Dimensioni di testo Aa Aa

Cattolico, fiammingo, moderato. Ma soprattutto uomo del negoziato. Per Herman Van Rompuy comincia la missione più difficile. All’indomani dell’incarico da parte del re di Belgio Alberto II la stampa sottolinea il duro compito che attende il futuro premier, che aveva ripetuto di non essere interessato a guidare il nuovo esecutivo.
 
L’attuale presidente della camera dei deputati ha ceduto alle pressioni del suo partito, il cristiano-democratico fiammingo, e del resto della classe politica. Molte le sfide per lui, come trovare un accordo tra fiamminghi e francofoni. “Credo sia molto molto capace, tutti lo apprezzano, i valloni, la gente di Bruxelles, e i fiamminghi. E’ molto timido, riservato e molto intelligente”, dice un abitante di Bruxelles.
 
L’annuncio di Alberto II è arrivato dopo una settimana di mediazione affidata all’ex premier Wilfried Martens, per porre fine a una crisi che dura da un anno e mezzo. Herman Van Rompuy, ex ministro delle Finanze, prenderà il posto di Yves Leterme, dimessosi dieci giorni fa per il suo coinvolgimento nel caso Fortis. E’ accusato di aver esercitato pressioni per favorire l’istituto francese Bnp Paribas.