ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Barak: contro Hamas una guerra all'ultimo sangue

Lettura in corso:

Barak: contro Hamas una guerra all'ultimo sangue

Dimensioni di testo Aa Aa

Poco prima di visitare una base dell’aereonatica militare israeliana, il ministro della difesa Ehud Barak lo ha detto senza mezzi termini davanti alla Knesset: quella contro Hamas è una guerra all’ultimo sangue.

A Gaza – gli fanno eco i vertici dello stato maggiore – non rimarrà in piedi nemmeno un edificio utilizzato dai militanti del partito islamico radicale. Parole dure, come dure sono state le proteste dei deputati arabi nel parlamento israeliano, quando Barak ha parlato di 300 terroristi uccisi, senza precisare che tra le vittime ci sono anche donne e bambini. A dispetto dei morti, tuttavia, l’offensiva contro Hamas non ha ancora raggiunto il suo obiettivo minimo: fermare il lancio di razzi dalla Striscia di Gaza. Decine di Qassam continuano a colpire le città israeliane. In uno di questi attacchi è stato ucciso un lavoratore edile a Ashkelon, mentre una decina di persone sono rimaste ferite. Sale così a due il bilancio delle vittime israeliane dall’inizio dell’operazione Piombo fuso.