ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Bangladesh al voto. Due donne in corsa per la poltrona di premier

Lettura in corso:

Il Bangladesh al voto. Due donne in corsa per la poltrona di premier

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo due anni di stato d’emergenza il Bangladesh sta per eleggere il nuovo Parlamento. 81 milioni sono gli elettori chiamati alle urne che saranno monitorate da un esercito di 200 mila osservatori 2.500 dei quali stranieri. Polizia e paramilitari pattugliano le strade della capitale Dacca dove vi sono stati sporadici incidenti tra i sostenitori dei due principali partiti guidati da due donne che da 15 anni, egemonizzano a fasi alterne, la vita politica dell’ex Pakistan orientale.

Sheik Hasina Wajed leader della Lega Awami è la figlia del primo presidente del Bangladesh assassinato dai militari nel 1975. I sondaggi la danno favorita nella corsa alla carica di primo ministro. La sua avversaria è Khaleda Zia del Partito Nazionalista. Come la sua avversaria, in passato è stata accusata di corruzione e per questo è stata anche incarcerata. E’ la vedova dell’ex presidente Rahman assassinato dai militari nel 1981. Le elezioni dovevano tenersi nel gennaio scorso ma erano state annullate dai militari in accordo con il presidente Iajuddin Ahmed