ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guinea. I golpisti lanciano messaggi concilianti e promettono elezioni entro il 2010

Lettura in corso:

Guinea. I golpisti lanciano messaggi concilianti e promettono elezioni entro il 2010

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un golpe di velluto che, apparentemente, raccoglie consensi trasversali, quello compiuto in Guinea poche ore dopo la morte del presidente Lansana Conté. Ieri i ministri del governo in carico si sono recati in processione nel campo Diallo alle porte della capitale Conakry inchinandosi al nuovo presidente autoproclamato Moussa Dadis Camara e alla giunta formata dai militari a lui piu vicini. Il vice di Camara un suo omonimo ha assicurato che i ministri migliori conserveranno il loro posto e ha promesso di mettere fine alla corruzione dilagante nel paese.

La giunta golpista ha anche invitato gli organismi internazionali ad un incontro chiarificatore. I militari vogliono rassicurare la comunità internazionale che fornisce alla Guinea aiuti e finanziamenti. Oggi il paese si fermerà per ricordare il presidente Contè che ha guidato ininterrottamente la Guinea per 24 anni. Il capo della giunta golpista ha promesso libere elezioni entro il 2010. Ieri le forze di opposizione e i sindacati hanno espresso il loro appoggio al nuovo corso ma hanno anche chiesto di anticipare l’appuntamento elettorale al 2009