ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esplosione alla palazzina: il Paese piange i morti

Lettura in corso:

Esplosione alla palazzina: il Paese piange i morti

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ lutto nazionale, oggi, in Ucraina, dopo la tragedia causata dall’esplosione di una palazzina nel sud del Paese. I morti sono almeno 22, ma il bilancio è destinato ad aggravarsi. I soccorritori sono al lavoro per estrarre superstiti sepolti dalle macerie. A provocare lo scoppio, mercoledì sera, sarebbero state alcune bombole di ossigeno presenti nell’edificio. Sul luogo sono arrivati presidente Viktor Yushenko e il premier Iulia Timoshenko. Hanno promesso una nuova casa a chi l’ha persa, oltre a un sostegno economico.

L’esplosione si è verificata in un condominio di cinque piani di Eupatoria, una stazione balneare sul mar Nero, a circa seicento chilometri a sud dalla capitale Kiev. In un primo momento si era ipotizzata la fuga di gas. Tra le vittime ci sono anche bambini. I soccorritori hanno estratto dalle macerie alcune persone ancora in vita. Nonostante le relazioni molto tese tra Russia e Ucraina, Mosca ha offerto il supporto della propria flotta di stanza in Crimea.