ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giallo sull'accoltellamento di due violinisti a Mosca

Lettura in corso:

Giallo sull'accoltellamento di due violinisti a Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Un crimine a sfondo razziale, per rivalità, un semplice furto. In Russia è giallo sull’accoltellamento di due violinisti della nota orchestra “Virtuosi di Mosca” aggrediti da sconosciuti e derubati nella capitale russa nel giro di pochi giorni. Il primo ad essere colpito Georgy Tsai, di origine coreane, poi è stata la volta di Denis Shulgin. A lui i malviventi hanno portato via il violino. Grigory Kovalevsky, direttore dell’Orchestra non ha dubbi, “Il primo attacco -dice -è stato di sicuro scatenato da motivazioni razziali. E il secondo, puro banditismo. Hanno preso il suo strumento, il suo vestito da sera, carte di credito, soldi”.

La polizia sta cercando di fare luce sull’ipotesi delle motivazioni razziali, ma per ora sembra propendere per altre piste. I detective starebbero seguendo tre ipotesi: quella del furto di uno strumento musicale costoso, del conflitto interno all’orchestra e infine, della rivalità tra collettivi musicali diversi nella città. Le due vittime sono ora ricoverate e sono in condizioni stabili. La polizia sta cercando anche di stabilire un eventuale legame tra i due agguati, e se la pista dell’attacco razzista sia in effetti percorribile. Gli attacchi a sfondo razziale si sono moltiplicati in Russia negli ultimi anni.