ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guinea, i golpisti scelgono un leader per metterlo a capo dello stato

Lettura in corso:

Guinea, i golpisti scelgono un leader per metterlo a capo dello stato

Dimensioni di testo Aa Aa

I militari golpisti in Guinea hanno scelto un leader, il capitano Moussa Dadis Camara, lo stesso che hanno intenzione di nominare a capo dello stato.

Camara è l’ufficiale che, solo alcune ore dopo la notizia della morte del presidente Lansana Conté, aveva annunciato alla radio locale la sospensione della costituzione e la dissoluzione del governo. Dopo aver nominato il loro capo, i golpisti sono usciti dal campo Alfa Yaya che hanno eletto a quartier generale per sfilare in parata nelle vie della capitale Conakry. Una dimostrazione di forza che tuttavia lascia molti interrogativi aperti. E soprattutto non chiarisce quale sia il reale sostegno della popolazione e degli apparati militari al colpo di stato. Anche Conté, deceduto martedì all’età di 74 anni, era salito al potere nell’84 con un colpo di stato incruento, dopo la morte del suo predecessore. Conté ha governato la Guinea per 24 anni, prima come generale golpista, poi con i crismi dell’investitura democratica, ma sempre in modo autoritario e repressivo.