ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Truppe straniere: parlamento iracheno in stallo

Lettura in corso:

Truppe straniere: parlamento iracheno in stallo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Parlamento iracheno a un punto morto sulla permanenza delle truppe straniere nel Paese.

A fine giornata l’accordo sul testo che dovrà regolare le missioni estere, quella britannica in primis, non è stato raggiunto. Escluso dalle trattative il problema delle truppe statunitensi, per le quali un’intesa ad hoc già c‘è: il ritiro è previsto per fine 2011. Ancora in forse invece il futuro degli oltre quattro mila uomini del Regno Unito. La visita del Premier britannico Gordon Brown, martedì scorso, sembrava aver messo un punto alla questione: i soldati di sua maestà – concentrati soprattutto a Bassora – restano fino a luglio 2009. Ma questa ipotesi è stata bocciata sabato dal Parlamento. E ora c‘è addirittura un gruppo di deputati che chiede di rimpiazzare il Presidente dell’Assemblea in vista della prossima seduta. Che potrebbe addirittura arrivare solo il 7 gennaio, rischiando di creare un vuoto legale. Il mandato delle Nazioni Unite scade infatti il 31 di dicembre.