ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un'équipe al lavoro per chiudere Guantanamo

Lettura in corso:

Un'équipe al lavoro per chiudere Guantanamo

Un'équipe al lavoro per chiudere Guantanamo
Dimensioni di testo Aa Aa

Risolvere il puzzle della chiusura di Guantanamo il più in fretta possibile. È l’obiettivo del capo del Pentagono Robert Gates, al lavoro su un piano che permetta di chiudere il controverso centro di detenzione una volta entrato in carica il neo presidente Barack Obama.

Obama che ha denunciato i tribunali speciali creati ad hoc. Sarà necessario quindi ideare un nuovo sistema giudiziario. Spiega Glenn Sulmasy, professore di diritto alla Harvard University: “Un tribunale di sicurezza nazionale potrebbe rappresentare l’ibrido adatto per questi combattenti ibridi. Stiamo combattendo una guerra ibrida, e questo sarebbe un tribunale ibrido, con corti militari ma supervisione civile. Di conseguenza, se fossero presentate prove segrete, il processo avverrebbe a porte chiuse. Ma questo permetterebbe alle organizzazioni dei diritti umani di partecipare alle udienze”. La chiusura di Guantanamo non è solo una priorità del futuro presidente, ma anche dello stesso Gates, l’unico membro di primo piano dell’amministrazione Bush a restare in carica con il nuovo governo. Ma a mettersi di traverso finora sono state proprio la questione dei tribunali e il problema di che cosa fare dei circa 250 detenuti rimasti, soprattutto quelli ritenuti più pericolosi, che nessuno vuole sul suolo americano.