ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi auto: Chrysler sospende la produzione

Lettura in corso:

Crisi auto: Chrysler sospende la produzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Chrysler sospende la produzione di auto per un mese. Misura d’emergenza per bloccare i costi ed assicurare gli stipendi, dopo i licenziamenti di migliaia di dipendenti degli ultimi mesi. Anche General Motors e Ford, le altre due sorella di Detroit vacillano.

Per i giganti statunitensi dell’auto tutto dipende da quale azione intraprenderà l’amministrazione Usa per bloccare il tracollo. E’ atteso per oggi l’annucio dell’investimento di fondi d’urgenza, misura inserita in un piano governativo di gestione della bancarotta “Penso che in circostanze normali dichiarare bancarotta – ha detto George Bush- sia il miglior modo per pareggiare debito e credito e ristrutturare. Ma non siamo in circostanze normali è questo il problema” A preoccupare ha aggiunto il presidente è anche la necessità di aiutare le case automobilistiche con denaro pubblico. Intevento che le tre sorelle di Detroit avevano chiesto all’inizio di dicembre al Congresso l’approvazione di un piano di aiuti per il settore auto. Piano che venne varato per un valore di 15 milardi di dollari. Intervento che non è bastato a fermare la crisi.