ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Fortis, si dimette il governo belga

Lettura in corso:

Scandalo Fortis, si dimette il governo belga

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo aver resistito ai colpi dello scandalo Fortis, il governo belga sta cedendo. Il ministro della giustizia Jo Vandeurzen si è dimesso e il premier Yves Leterme ha proposto le dimissioni di tutto l’esecutivo. In un rapporto, la Corte di Cassazione ha affermato che ci sono indizi seri, ma non prove giuridiche, sul fatto che l’esecutivo del premier Yves Leterme abbia esercitato pressioni sulla Corte d’Appello di Bruxelles per favorire la vendita della banca Fortis.

Le presunte pressioni del premier per non rallentare la cessione ai francesi di BNP Paribas dell’istituto di credito belga in crisi non hanno prodotto l’effetto sperato: i magistrati hanno infatti deciso diversamente, congelando la vendita una settimana fa. La proposta di dimissioni del governo apre di nuovo uno scenario buio per la politica belga. Circa tremila piccoli azionisti di Fortis si sono riuniti in un’assemblea straordinaria per trovare una linea d’azione comune. Sono loro che avevano chiesto alla magistratura di bloccare la cessione dell’istituto di credito.