ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I giovani greci chiedono aiuto all'Europa

Lettura in corso:

I giovani greci chiedono aiuto all'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

In attesa della manifestazione di questo 18 dicembre, gli studenti di Atene hanno platealmente annunciato una grande manifestazione ad Atene e, in contemporanea, in alcune città del Vecchio continente. Le proteste continuano su due binari paralleli, quello studentesco e l’altro politco-sindacale. Entrambi però hanno come obiettivo delle proprie critiche l’esecutivo del premier Kostas Karamanlis. Spiega un manifestante: “Non abbiamo più diritti, salari da fame, non riusciamo più ad andare avanti”.

Ieri mattina, una cinquantina di giovani hanno srotolato due striscioni, il primo con scritto “Resistenza” in greco, francese, inglese, italiano e tedesco, il secondo recitava in inglese: “18 dicembre, manifestazioni di solidarietà in tutta l’Europa”. Questo nel decimo giorno consecutivo di manifestazioni nel Paese ellenico, per protestare contro la morte del 15enne Alexis ucciso da un poliziotto il 6 dicembre nel quartiere alternativo di Exarchia di Atene.

Stamattina la Federazione della Funzione pubblica ha organizzato una manifestazione a margine di tre ore di sciopero mentre alcune decine di studenti picchettano il palazzo di giustizia dove sono interrogate alcune persone accusate dei disordini di questi giorni.