ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tpi, ergastolo per la mente dei massacri in Ruanda

Lettura in corso:

Tpi, ergastolo per la mente dei massacri in Ruanda

Dimensioni di testo Aa Aa

Condannato all’ergastolo per genocidio. Il Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda basato ad Arusha, in Tanzania, ha giudicato colpevole il colonnello Theoneste Bagosora per crimini di guerra e contro l’umanità, considerandolo la mente dei massacri del 1994. 20 anni di reclusione sono invece la pena stabilita per Protais Zigiranyirazo, cognato dell’ex Presidente Habyarimana. Secondo l’accusa il colonnello hutu, 67 anni, chiudendo la porta ai negoziati con i ribelli tutsi del Fronte Patriotico Ruandese, nel 1993, aveva preannunciato che avrebbe preparato l’apocalisse.

E così fu. Secondo i dati delle Nazioni Unite furono oltre 800.000 i morti nei massacri perpetrati dall’esercito ruandese nell’arco di un centinaio di giorni, fra aprile e luglio. Le vittime furono in primis la minoranza tutsi, ma anche gli esponenti moderati del gruppo etnico maggioritario, gli hutu.