ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Premio Sakharov:cerimonia solenne a Strasburgo

Lettura in corso:

Premio Sakharov:cerimonia solenne a Strasburgo

Dimensioni di testo Aa Aa

A Strasburgo non c’era, ma Hu Jia era nei pensieri di tutti gli eurodeputati. In un abbraccio ideale, il parlamento europeo si è stretto intorno al dissidente cinese. Con una cerimonia solenne, l’euroassemblea gli ha consegnato il premio Sakarov, per la libertà di parola. Il presidente del parlamento Hans Gert Poettering: “Il premio fu consegnato per la prima volta nel 1988, il vincitore di quell’anno, Nelson MAndela era in prigione. C’era una sedia vuota allora, come oggi”. Il riconoscimento premia il coraggio e l’audacia di Hu Jia che non si è fermato di fronte al governo cinese. Con il suo blog ha denunciato le violazioni dei diritti civili nel suo paese. Non solo, Hu Jia è conosciuto per il suo impegno a favore dell’ambiente e per aver fondato un’organizzazione che si occupa di malati di Aids. In carcere da aprile, sconta tre anni di prigione.

A Strasburgo per ritirare il premio non c’era neppure la moglie, che tramite un video è riuscita a far pervenire il suo messaggio all’assemblea. I 50 mila euro, cifra in cui consiste il riconoscimento, ha spiegato, saranno usati da Hu Jia per far progredire la Cina in tema di libertà. “Fonderemo un’organizzazione per sostenere le famiglie degli attivisti dei diritti umani. È il sogno che Hu Jia ha da tempo”. La cerimonia solenne al parlamento di Strasburgo si è conclusa con un minuto d’applauso.