ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La tragedia in autobus forse provocata da una lite

Lettura in corso:

La tragedia in autobus forse provocata da una lite

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe esserci una lite tra autisti all’origine del più grave incidente stradale avvenuto in Israele negli ultimi anni. Le indagini stanno cercando di fare luce sulla morte di una trentina di persone – in maggioranza cittadini russi – rimasti uccisi mentre stavano viaggiando verso il Mar Rosso. Arrivati da San Pietroburgo, i turisti erano stati prelevati a bordo di due autobus che dovevano accompagnarli nei rispettivi alberghi.

Il ministro dei Trasporti israeliano ha spiegato che gli autisti dei due mezzi avrebbero avuto una discussione a un blocco stradale. Poi il tentativo di sorpasso da parte di uno di loro, l’uscita di strada e lo schianto in un burrone. Le vittime erano operatori turistici, giunti nel Sud di Israele e diretti ad Eilat per constatare le capacità di accoglienza della stazione balneare, meta, in questo periodo, di molti russi in fuga dal rigido inverno. Il disastro, spiegano le autorità, è avvenuto in un tratto stradale non nuovo a incidenti. Sugli autobus, inoltre, non vi è l’obbligo di indossare la cintura, se non nel caso di trasporto di bambini. Stando alla radio militare israeliana, il conduttore dell’autobus avrebbe commesso numerose infrazioni al codice della strada in passato. I feriti – una trentina – sono stati trasportati nell’ospedale di Eilat. I più gravi trasferiti in altre strutture israeliane. L’afflusso di turisti russi in Israele ha subito un’impennata negli ultimi mesi, accelerata anche dal fatto che, dal primo ottobre non viene loro richiesto il visto.