ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, Brown conferma il ritiro delle truppe entro l'estate del 2009

Lettura in corso:

Iraq, Brown conferma il ritiro delle truppe entro l'estate del 2009

Dimensioni di testo Aa Aa

La detonazione delle bombe copre l’eco della visita a sorpresa di Gordon Brown in Iraq.

Il primo ministro ministro britannico, venuto a incontrare il suo omologo iracheno Nouri al Maliki, ha confermato il ritiro delle truppe di Sua Maestà entro l’estate del 2009, come concordato con il governo di Baghdad. Ma appena poche ore dopo l’incontro dei due capi di governo, una doppia esplosione nella capitale irachena ha ucciso 18 persone e ne ha ferite una cinquantina, a confermare il fatto che le violenze settarie sono sì diminuite, ma continuano a mietere vittime. La visita di Brown in Iraq, la quarta come capo di governo, è stata preceduta domenica da quella del presidente americano Bush. La Gran Bretagna ha circa 4.000 uomini in Iraq, impegnati nella zona meridionale di Bassora. Il loro ritiro potrà consentire al governo di Londra di concentrarsi sull’Afghanistan, divenuto prioritario nella lotta contro il terrorismo.