ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Blitz antimafia in Sicilia: un centinaio di arresti

Lettura in corso:

Blitz antimafia in Sicilia: un centinaio di arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Maxi blitz antimafia in Sicilia.

I carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno eseguito 99 fermi in diverse città della Sicilia e in Toscana. In manette sono finiti capimafia, reggenti di mandamenti e gregari, tutti al seguito di alcuni boss palermitani con l’obiettivo di «rifondare Cosa nostra». I fermi sono stati disposti dalla procura a causa del pericolo di fuga degli indagati e per evitare omicidi che sarebbero stati progettati. Per condurre il maxi blitz sono stati impiegati oltre 1.200 carabinieri, e poi elicotteri e unità cinofile. Alcuni centri della provincia di Palermo si sono svegliati «assediati» dai carabinieri stamani. L’operazione denominata Perseo ha stroncato sul nascere diversi progetti criminali. Francesco Messineo, procuratore capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo: “Quest’operazione ha indebolito terribilmente la mafia siciliana. Dire indebolito è riduttivo, l’ha messa in forte crisi”. Con la cattura di Bernardo Provenzano, storico capo mafia, latitante per 42 anni, nel 2006, Cosa nostra fu ridotta in ginocchio, con questa operazione, ha commentato il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, si è impedito di rialzarsi in piedi.