ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il rematore solitario Bellini abbandona sul finale

Lettura in corso:

Il rematore solitario Bellini abbandona sul finale

Dimensioni di testo Aa Aa

Soccorso vicino alle coste australiane, ad appena 65 miglia nautiche dalla meta, circa 120 km. Per un soffio, al rematore solitario Alex Bellini è sfuggito l’obiettivo di attraversare tutto il Pacifico in barca a remi. Esausto, dopo quasi 300 giorni di navigazione il trentenne della provincia di Sondrio ha riabbracciato la moglie Francesca nel porto australiano di Newcastle.

Era partito dal Perù, nel febbraio scorso, per percorrere 18mila km sull’oceano, senza scalo, da solo, mangiango cibo liofilizzato e bevendo acqua dissalata. Ha perso 15 kg ed ha resistito, ha detto, grazie alle migliaia di mail d’incoraggiamento ricevute. Malgrado la rinuncia vicino al traguardo Bellini non si sente sconfitto e non ritenterà: “Mi piacerebbe, ma ho promesso a mia moglie di non ricominciare. Mi è mancata troppo.” L’italiano non è nuovo ad avventure estreme. Aveva già fatto la traversata del Mediterraneo, dell’Atlantico e aveva percorso tutta l’Alaska a piedi, spingendo una slitta.