ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primi bilanci dall'inizio degli scontri

Lettura in corso:

Primi bilanci dall'inizio degli scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Una veglia di fronte al parlamento greco ricorda che da una settimana è morto il giovane Alexis ucciso da un poliziotto. L’episodio ha innescato la protesta nel paese. Vi hanno preso parte gruppi di estrema sinistra ma anche la cosiddetta “generazione da 600 euro al mese” esasperata da disoccupazione e precarietà. Per rivendicare uno stato che si assuma le proprie responsabilità.

“Penso che si andrà avanti, la gente è ancora arrabbiata e le risposte dei politici finora sono state patetiche”dice una manifestante. “Non credo a cio’ che dicono i media. Siamo forse tutti anarchici? Non lo so.. se qualcuno vuole chiamare tutti i cittadini greci anarchici, questo è un suo problema” aggiunge un giovane. Intanto anche i greci all’estero si sono mobilitati. Manifestazioni antigovernative sono tenute a Parigi, Berlino e Roma. La situazione da giovedi’ sta rientrando alla normalità in molte città. Manifestazioni e qualche scontro ci sono stati ieri solo ad Atene e Salonicco. Si comincia ora a fare i primi bilanci, per l’associazione dei commerciati si parla di esercizi danneggiati per circa 200 milioni di euro.