ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Senato USA boccia il piano anti crisi dell'auto

Lettura in corso:

Il Senato USA boccia il piano anti crisi dell'auto

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Senato americano non ha trovato l’accordo per salvare l’industria dell’auto statunitense. Il piano proposto dall’attuale amministrazione della Casa bianca, con l’appoggio del presidente eletto, era già passato alla Camera, ma al Senato non ha trovato la maggioranza qualificata necessaria.

Colpa di alcuni repubblicani irriducibili e del no dei sindacati di accettare da subito un piano di riduzione dei salari, preludio alla ristrutturazione del settore. Ora Washington dice di riflettere a eventuali altre opzioni, ma si rifiuta di rivelare quali siano. Una possibilità potrrebbe essere quella di allocare una parte dei 700 miliardi di aiuti al settore finanziario – il cosiddetto piano Paulson – alle tre più grandi case automobilistiche. Ma il segretario al tesoro uscente ha già varie volte escluso questa possibilità. Chrysler e General motors sarebbero vicine al fallimento. Ford è in migliori condizioni, ma il crollo delle due sorelle di Detroit potrebbe trascinare anche la terza.