ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Svizzera entra nello spazio Schengen

Lettura in corso:

La Svizzera entra nello spazio Schengen

Dimensioni di testo Aa Aa

Una buona notizia per i viaggiatori europei in transito nella confederazione elvetica. La Svizzera entra nello spazio Schengen. I controlli sistematici delle persone alle frontiere con l’Unione Europea saranno ufficialmente soppressi a partire dal dodici dicembre. Solo per i trasporti aerei l’entrata in vigore dell’accordo è rinviata ancora un po’, fino a fine marzo. Per le autorità elvetiche il principale vantaggio è la possibilità di accedere ai dati del Sistema Informazioni Schengen, l’SIS. L’opinione di Alain Brenneisen, funzionario delle dogane svizzere: “Il grande cambiamento per noi è il fatto che entriamo nell’archivio SIS, che migliorerà le nostre capacità di reazione nella ricerca di persone scomparse. La politica congiunta dei visti consentirà poi ai turisti di venire da noi con un visto Schengen. Per finire un altra grande semplificazione sarà la regolazione del flusso di ingressi negli aeroporti fra viaggiatori Schengen e non Schengen, dal prossimo 29 marzo”.

Questi cambiamenti potrebbero però essere aleatori. L’8 febbraio gli elettori votano per un referendum sull’apertura del mercato del lavoro interno ai cittadini rumeni e bulgari. Se dovesse vincere il no – e il principale partito svizzero, il populista e xenofobo Unione Democratica di Centro – farà campagna per il no, allora i governanti europei potrebbero per ritorsione sospendere l’accesso svizzero a Schengen, perché Bruxelles considera la libera circolazione delle persone una necessaria contropartita.