ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice Ue: clima-energia priorità dei 27

Lettura in corso:

Vertice Ue: clima-energia priorità dei 27

Dimensioni di testo Aa Aa

Con l’arrivo di Nicolas Sarkozy, presidente di turno dei 27, il summit europeo è entrato nel vivo. Trovare un’intesa sul pacchetto clima-energia resta la priorità del vertice, come ha ribadito lo stesso Sarkozy, dicendosi pronto a qualsiasi sforzo per arrivare a un accordo”. Non solo clima. I 27 devono trovare una soluzione alla crisi innescata dal no irlandese al trattato di Lisbona.

Su questo fronte, le previsioni sembrano più ottimistiche. Un compromesso sarebbe già sul tavolo: i 27 sono disposti a fare alcune concessioni a Dublino, in cambio di un secondo referendum da tenersi entro il 2009. Ribattezzata lady no, il cancelliere tedesco, Angela Merkel, è giunta al vertice con il suo carico di riserve. Contraria al fondo di solidarietà e al meccanismo quote inquinanti a pagamento, Angela Merkel dice sì invece al piano per far uscire l’Europa dalla crisi finanziaria. Si tratta di un piano di rilancio da 200 miliardi di euro, 170 dovrebbero essere dati dai governi nazionali mentre i restanti dovrebbero essere finanziati con fondi europei. Alle riserve tedesche si aggiungono quelle italiane. Il premier Silvio Berlusconi minaccia di essere pronto al veto sul pacchetto clima-energia se non verranno accolte le richieste italiane, volte a tutelare il settore manifatturiero del Bel paese.