ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera: di nuovo nel governo la destra xenofoba

Lettura in corso:

Svizzera: di nuovo nel governo la destra xenofoba

Dimensioni di testo Aa Aa

La destra populista svizzera torna al potere, dopo l’elezione, per un soffio, stamane, di Ueli Maurer, al dicastero della Difesa. Il rappresentante dell’ala dura dell’Unione democratica di centro, l’Udc, prende il posto del dimissionario Samuel Schmid, che ha lasciato l’esecutivo in seguito a una serie di scandali.

Consapevole che il Consiglio federale elvetico chieda il rispetto della collegialità, una formula che ha funzionato in Svizzera da quarant’anni a questa parte, il primo discorso del neo ministro è stato ispirato alla concordia, una scelta apprezzata dalla leadership socialista. “Con la sua elezione adesso deve dimostrare di aver cambiato atteggiamento, lontano dalle scelte del presidente del partito e più vicino al suo ruolo di ministro, che pone gli interessi del Paese al di sopra di quelli del partito.” Maurer è infatti considerato l’alter ego di Christoph Blocher, il discusso leader xenofobo e antieuropeo il cui allontanamento dall’esecutivo l’anno scorso porto’ all’uscita dell’Udc dal governo.