ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terza notte di scontri fra manifestanti e polizia

Lettura in corso:

Terza notte di scontri fra manifestanti e polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Una nuova notte di scontri e violenze per le strade di Atene. La terza da quando sabato un ragazzo di 15 anni è rimasto ucciso da un agente di polizia. Per Alexis Grigoropoulos si terranno oggi i funerali. Intanto la rivolta contro le forze dell’ordine non accenna a placarsi e interessa una decina di città in tutta la Grecia.

35 persone arrestate, almeno 13 posti di polizia presi come bersaglio dai manifestanti, oltre 130 negozi dati alle fiamme. E’ il bilancio nella sola capitale di una guerriglia urbana che rischia di mettere in ginocchio il già contestato governo del Premier Costas Karamanlis. Oltre ad Atene, Salonicco, Creta, Corfu, Rodi, Trikala alcune delle città maggiormente interessate dai disordini.

Linea della fermezza per il Primo ministro Karamanlis: le violenze sono inaccettabili ha detto. Per il ragazzo ucciso sarà fatta giustizia, aveva promesso il Premier, e nell’ambito dell’inchiesta due agenti sono attualmente in stato d’arresto. Ma tolleranza zero per chi mette a ferro e fuoco le strade.

Momenti difficili anche nelle ambasciate greche di Berlino e Londra raggiunte dalle proteste. Nella capitale britannica 3 persone sono state arrestate per disturbo dell’ordine pubblico.