ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Anche i sindacati respingono l'appello di Karamanlis

Lettura in corso:

Anche i sindacati respingono l'appello di Karamanlis

Dimensioni di testo Aa Aa

Sempre più in difficoltà, Costas Karamanlis deve mandare giù anche il no dei sindacati. Il premier greco ha chiesto invano di rinviare lo sciopero generale di 24 ore previsto per domani.

In mattinata Karamanlis ha incontrato il presidente in un vertice d’emergenza.

“In questi momenti cruciali – ha detto – il mondo politico deve condannare all’unanimità e categoricamente gli attori di queste devastazioni e isolarli. E’ il nostro obbligo in una democrazia. E’ la richiesta dei cittadini. E’ il nostro debito con la nazione”.

Ma l’appello all’unità cade nel vuoto, l’opposizione chiede le dimissioni del governo e che si torni subito alle urne.

Il leader socialista George Papandreu, dopo avere incontrato il premier, ha dichiarato che “l’unico servizio che il governo può fare al paese è
andarsene”, visto che non ha più la fiducia del popolo” e “non è in grado di proteggere i cittadini”.

Per il Pasok, il partito socialista questa è un occasione da non perdere: i sondaggi lo indicano in vantaggio da settembre, non succedeva da otto anni.

E anche il partito di estrema sinitra e quello di estrema destra chiedono elezioni anticipate.