ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia. Nuova giornata di scontri e proteste per l'uccisione del giovane manifestante di sinistra da parte della polizia

Lettura in corso:

Grecia. Nuova giornata di scontri e proteste per l'uccisione del giovane manifestante di sinistra da parte della polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’omicidio del 15 enne greco ucciso da un agente di polizia nella serata di ieri ha scatenato le proteste di migliaia di manifestanti ad Atene ed in altre città del paese.

Per tutta la giornata gruppi di giovani attivisti appartenenti a gruppi della sinistra estrema si sono scontrati con la polizia. Lanci di molotov e di lacrimogeni, barricate improvvisate, cariche e assalti ad uffici bancari ed insegne commerciali. Il centro della capitale questo pomeriggio è stato l’epicentro di una vera e propria guerriglia urbana.

L’agente che ha sparato al giovane manifestante intanto è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario. Fermato anche un suo collega.

Le organizzazioni di sinistra avevano indetto una grande manifestazione di protesta a cui hanno aderito migliaia di persone.
I gruppi piu radicali avrebbero tentato di cambiare percorso per arrivare sotto alla sede del comando di polizia. Sono cosi scoppiati nuovi scontri.

Incidenti anche a Salonicco, Patrasso e in altre città greche.
A Salonicco ieri sera, poco dopo che si era diffusa la notizia della morte del giovane manifestante i gruppi della galassia anarchica e autonoma sono scesi in strada incendiando auto e rompendo vetrine dei negozi.
Una rabbia aumentata con le ore. Neanche la notizia dell’arresto dell’agente è riuscita a riportare la calma. Ad Atene gruppi di studenti hanno occupato la sede del Politecnico e alcune sedi universitarie.