ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles mette la corazza contro le specie invasive

Lettura in corso:

Bruxelles mette la corazza contro le specie invasive

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione ha presentato una serie di misure per tutelare flora e fauna comunitaria dalle specie che possono avere un impatto negativo per la natura e la salute umana. Tra le misure previste un sistema di allerta rapida per avvisare dell’arrivo di nuove specie. Allo stato attuale, vista la velocità con la quale si estendono queste specie, le misure nazionali possono non avere alcun effetto se manca la coordinazione con i paesi vicini.

Le conseguenze ambientali, economiche e sociali sono importanti. Il conto annuale che l’Europa paga è di 12 mila milioni di euro. La portavoce della Commissione: “La maggiorparte delle specie sono introdotte in Europa con fini agricoli o boschivi, con scopi ornamentali da singoli individui o aziende”. L’ultimo allarme riguarda le formiche Lasius neglectus, probabilmente asiatiche che stanno colonizzando parchi e giardini del nord Europa. Si tratta di colonie altamente infestanti, dalle 10 alle 100 volte più numerose rispetto a quelle europee.