ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi politica: premier deciso a combattere l'opposizione

Lettura in corso:

Crisi politica: premier deciso a combattere l'opposizione

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Canada è sull’orlo di una crisi di governo, ma il premier si dice pronto a usare ogni mezzo possibile per bloccare i tentativi dell’opposizione di ribaltare il suo esecutivo. In un raro messaggio televisivo, il conservatore Stephen Harper ha accusato i rivali politici di essere una minaccia per la democrazia del Paese e per l’economia. “Lasciate che sia chiaro – ha detto: in un momento di instabilità economica, il governo del Canada non può essere guidato da una coalizione che comprenda un partito separatista”.

Harper dovrebbe chiedere oggi la sospensione del Parlamento fino all’approvazione del bilancio, il 27 gennaio. Questo gli eviterebbe il voto di fiducia, lunedì, con il quale l’opposizione spera di sconfiggerlo. All’origine della crisi, c‘è infatti un accordo in tal senso raggiunto tra liberali e liberal-democratici, appoggiati dai separatisti del Quebec.

In caso di successo dell’opposizione, sarebbe Stephane Dion a diventare primo ministro. Se succedesse, il leader liberale ha promesso di lavorare giorno e notte per combattere la crisi, secondo l’opposizione, gestita in modo inadeguato dall’attuale amministrazione.

L’ultima parola sulla sospensione del Parlamento spetta ora al governatore generale, che in Canada ricopre il ruolo di Capo dello Stato in Rappresentanza della Regina d’Inghilterra.