ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pacchetto clima: i 27 registrano progressi

Lettura in corso:

Pacchetto clima: i 27 registrano progressi

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli attivisti di Greenpeace hanno le idee chiare sul futuro verde del pianeta. Qui in Danimarca hanno cercato di ostacolare lo sbarco da una nave sudafricanadi un carico di carbone. L’eco dell’azione dei militanti probabilmente è giunta ai 27 impegnati a trovare una posizione comune sul pacchetto clima. Che prevede la riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020. Un accordo sembra a portata di mano, ma le differenze permangono.

Durante il consiglio dei ministri dell’ambiente, a Bruxelles, giovedì, il presidente di turno, Jean Luis Borloo ha tentato di far avanzare i negoziati, ma molti ministri, tra cui il tedesco e il polacco mancavano. Resta da superare la resistenza degli stati membri dell’Europa centrale, le cui industrie sono alimentate da centrali elettriche a carbone e la cui riconversione nel breve periodo sarebbe troppo onerosa. C‘è intesa invece sui biocarburanti, che entro il 2020 dovranno costituire almeno il 10% dei carburanti utilizzati dagli europei. Il pacchetto clima elaborato dalla Commissione prevede di incentivare l’uso delle energie rinnovabili che fra 12 anni dovranno produrre il 20% dell’energia utilizzata. L’Italia, che punta i piedi contro l’accordo, chiede tra l’altro di rivedere il meccanismo di cooperazione tra stati membri che stando al progetto di direttiva possono associarsi per la costruzione delle infrastrutture per le rinnovabili.